SE N’È ANDATA TROPPO PRESTO MARIA LAURA GIULIETTI, PENNA FELICE E CORAGGIOSA DI UN GIORNALISMO MUSICALE ORMAI SCOMPARSO

«La luce che ha illuminato tutta la mia vita con la sua intelligenza, il suo affetto, la sua protezione e il suo enorme talento questa mattina si è spenta per sempre. il mio cuore è distrutto. Ciao Marialaura, ciao»: così Teresa De Sio ha salutato ieri Maria Laura Giulietti, accanto a lei da decenni, e non solo come produttrice e manager, ma amica, affetto, consiglio, approdo sicuro nella traversie della sua vita, pubblica e privata.

La produttrice e giornalista scomparsa stamattina dopo dieci giorni di inutile battaglia contro il tumore era nata a Roma ed aveva dedicato la sua intera vita alla musica. Laureatasi in Letteratura americana con tesi su Walt Whitman, era stata firma storica di “Ciao 2001”, per poi fondare “Blu”, una delle prime riviste che si occuparono solo di musica italiana

Voce di Stereonotte, e ancor prima di “Pop off”, ha scritto un libro su “Com’è profondo il mare” di Dalla, ma la sua produzione è stata lunga e qualitativamente importante, sin dal tempo di volumi collettivi collettivi come “California dreamin'” edito nel 1982 da Savelli.

Da giornalista ha narrato la stagione della canzone d’autore e dei grandi concerti rock, da produttrice discografica ha guidato Teresa De Sio – occupandosi saltuariamente anche di altri artisti – nella sua scelta solista, da cantautrice prima, poi da pasionaria del combat folk.

Profonda commozione per la sua scomparsa viene dimostrata in queste ore da amici e colleghi e semplici estimatori sui social network. L’ultima sua volta a Napoli è stata il 15 settembre al Maschio Angioino per l’omaggio del Club Tenco e della Fondazione De André all’amico fragile Faber con la traduzione in italiano di “Creuza de ma”. Aveva 58 anni.

Annunci

3 pensieri su “SE N’È ANDATA TROPPO PRESTO MARIA LAURA GIULIETTI, PENNA FELICE E CORAGGIOSA DI UN GIORNALISMO MUSICALE ORMAI SCOMPARSO

    1. con dei giornalisti mitici che ti raccontavano la musica, andavo avanti fin dopo l’una e trentacinque. Maria Laura era una delle poche voci femminili se non l’unica. Grandi Giaccio e Tirabassi per i loro programmi innovativi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...