IL DECALOGO RENZIANO

Anche Renzi Matteo fra poco diventa adulto e deve dismettere i comportamenti alla Fonzie. Gli appuntamenti che ha davanti farebbero tremare i polsi a chiunque: per un giovane/vecchio di 38 anni i rischi sono infiniti. E poiché noi lo vogliamo aiutare ritardando il più possibile l’approdo in televisione come conduttore (fra l’altro in Rai non può andare perche’ in conflitto d’interesse, a Mediaset nemmeno per non essere accusato di intelligenza col nemico, quindi resta Sky e qualche rete locale a Sud), gli diamo dieci consigli non richiesti per aiutarlo a meditare e ad agire di conseguenza.

Uno. Evitare di mettersi contro Re Giorgio II, anzi sostenerlo ed assecondarlo.

Due. Aiutare l’amico Letta Enrico. E’ pisano, ma se dovesse vincere la sfida governativa sulle cose che il Pd renziano chiede, aiuta anche te.

Tre. Non avere fretta a diventare premier, occuparsi del partito che deve essere cambiato alla radice.

Quattro. Cominciare a prendere contatti seri all’estero, a partire dalla grande famiglia del Partito Socialista europeo.

Cinque. Stimolare il Parlamento e la maggioranza, ma ricordarsi di non avere la maggioranza assoluta nè alla Camera nè al senato, quindi non puoi fare tutto ciò che vuoi

Sei. Prima di fare la legge elettorale capire se nella prossima legislatura la fiducia la dà una camera o due. La cosa è ben diversa.

Sette. Sapere che la legge elettorale sul modello del sindaco d’Italia nel sistema parlamentare e’ irrealizzabile. Scegliere buoni consiglieri

Otto. Nel breve concordare obiettivi concreti effettivamente realizzabili dentro il recinto della maggioranza di Letta e pretenderne la realizzazione senza se e senza ma.

Nove. Da domani in poi non solo apparire ma anche essere leader affidabile, che aspira a diventare un importante uomo di Stato. Limitare le battute e la lettura dei BIgnami e costruire fatti, non solo slogan.

Dieci. Non farsi prendere dalle fregole, Letta può sminarti il campo ed il tuo compito fra un anno sarà più facile, senza dimenticare che la sinistra in Italia e’ minoranza e senza sfondare al centro non vince. Anche per questo motivo, in Italia non si sa mai, cercare di essere più rispettoso persino dei 60 parlamentari di Ncd che possono sempre tornare utili.

Ps. Se pensi che questo decalogo sia stato ispirato da Cuperlo, Civati e Letta fai esattamente l’opposto. Misura le forze in campo, sappi che il Paese non ne puo’ piu’, e’ stremato e potrebbe seguirti. Fai saltare la santabarbara ma fallo subito senza lasciarti ammaliare dalle sirene di Pascale Silvio, il quale da domani metterà in campo tutte le sue strategie per comprarti, pardon, sedurti e ammaliarti. In questo caso tenersi pronto, perché all’improvviso potresti ritrovarti leader di un partito cespuglio con la secessione a sinistra di Civati, che punta a sostituirsi a Vendola, e a destra di letta, franceschini e Cuperlo che, a quel punto in nome del Paese e della governabilità, certamente proveranno a metterti fuori gioco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...